Sara_Giannini

Tolentino Expo 2014:Intervento dell’Assessore Sara Giannini

TOLENTINOEXPO, QUARTA EDIZIONE

L’INTERVENTO DELL’ASSESSORE ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, SARA GIANNINI

 

L’assessore alle Attività produttive, Sara Giannini, intervenuta alla conferenza stampa di presentazione della quarta edizione di TolentinoExpo,  ha ricordato alcune delle numerose misure adottate dalla Regione per agevolare il settore artigianale a favore dei territori che sviluppano azioni sinergiche per mettere insieme le loro potenzialità straordinarie.

A partire dal 2003 con la legge 20 per la tutela e valorizzazione delle produzioni artistiche tradizionali anche tramite la concessione di contributi ai Comuni e alle imprese. Per lo sviluppo e la promozione del settore, la sperimentazione – attraverso l’Intesa di Programma per lo Sviluppo – di nuove modalità di finanziamento, mediante la valorizzazione dei laboratori artigiani del settore artistico e delle produzioni agro-alimentari, biologiche e tipiche in cui è presente una disponibilità di macchinari, lavorazioni e prodotti di alto valore storico e culturale e la promozione di percorsi storico-culturali e didattici in grado di arricchire le attrazioni turistiche di un territorio e cogliere le nuove sensibilità dei viaggiatori e del turismo scolastico. Un’intesa con l’I.C.E. per la divulgazione dell’artigianato artistico delle Marche sulle maggiori riviste straniere di settore e un educational tour per giornalisti delle maggiori testate di settore. Un sito internet dedicato una sezione esclusivamente all’artigianato artistico, con la pubblicazione dei Maestri Artigiani e bottega scuola e degli eventi più significativi, video promozionali, la “Settimana Europea delle P.M.I 2012” ai Maestri Artigiani e alla Bottega Scuola. Inoltre l’approvazione dei disciplinari di produzione delle lavorazioni: tessitura a liccetto, cappello, lavorazione dei metalli preziosi e delle pietre dure, tombolo, carta, fisarmonica, restauro d’arte, metalli non preziosi, ferro battuto, ceramica, tessile e ricamo ed è in corso l’approvazione di quella del vetro. Infine si sta concludendo il primo progetto sperimentale di “Bottega Scuola” a cui partecipano già 28 imprese e prevede l’assunzione di un allievo per 6 mesi a cui viene assegnato un contributo regionale di 600 euro al mese e di 650 al Maestro.